Prodotti terminati (Luglio 2018).

Fino ad una settimana prima della fine di Luglio ho guardato il mio “bustone” dei terminati con perplessità.

Perché avevo terminato pochi prodotti?

Ci ho ragionato un po’ ed ho capito che questo calo nello smaltimento non è un segnale negativo! I tempi d’oro delle foto strapiene di flaconi vuoti è terminato perché grazie alla #20eurochallenge compro meno e smaltisco meglio. Ora inizio un prodotto e lo utilizzo senza sosta fino alla fine, al massimo posso alternarlo con un altro per non annoiarmi ma non ho più mille flaconi a metà abbandonati nel cassetto. Mi sembra di apprezzare meglio ciò che acquisto e nonostante per alcune categorie le scorte siano ancora consistenti, la situazione è decisamente migliorata rispetto all’anno scorso.

Passiamo ora ai prodotti terminati a Luglio.

IMG_20180801_095016.jpg

Prima di tutto vi mostro due bagnoschiuma, una categoria di prodotti per la quale ho lavorato tanto con lo smaltimento. Trattandosi solitamente di prodotti poco costosi, avevo la tendenza ad accumularne parecchi… ma ora non è più così. Quelli che vi mostro in foto erano i miei ultimi bagnoschiuma ed ora ne possiedo 3 (2 acquistati da me, uno ricevuto in regalo)! Mi sembra incredibile, ho comprato dei bagnoschiuma fuori budget!

Il primo terminato è Fior di Salina di L’Erbolario Lodi (250 ml € 9,90 PAO 12 mesi) ed ecco l’INCI:

Aqua (Water), Cocamidopropyl betaine, Arbutus unedo leaf water, Lauryl glucoside, Sodium cocoyl glutamate, Sodium cocoyl barley amino acids, Sodium chloride, Parfum (Fragrance), Coco-glucoside, Disodium cocoyl glutamate, Maris sal, Pistacia lentiscus leaf extract, Salicornia herbacea extract, Malva sylvestris (Mallow) flower/leaf/stem extract , Polygonum fagopyrum (Buckwheat) flour, Glycerin, Glyceryl oleate, Citric acid, Sodium citrate, Citral, Geraniol, Limonene, Linalool, Sodium benzoate.

Ha un profumo agrumato molto gradevole, produce una morbida schiuma e non secca la pelle. Vorrei provare altri prodotti di questa linea, soprattutto l’Oleo Scrub, ma per il momento mi concentrerò sulle mie scorte e rimanderò l’acquisto.

Il secondo bagnoschiuma terminato è Muschio Bianco e Bacche rosse di Victor Philippe. Devo essere sincera, non conoscevo questo marchio finchè non l’ho trovato per caso in bioprofumeria! Si tratta di un prodotto certificato ICEA, ha un PAO di 12 mesi dall’apertura e un costo di € 6,90 per 200 ml. L’INCI:

Aqua, Cocamidopropyl Betaine, Sodium Cocoyl Sarcosinate, Sodium Olivamphoacetate, Parfum, Tocopheryl Acetate, Aloe Barbadensis Gel, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Lactic Acid, Butylphenyl Methylpropional, Citral, Citronellol, Hexyl Cinnamal, Linalool, Limonene.

Aveva una profumazione molto intensa e maschile, per i miei gusti più adatta alla stagione fredda. Non mi è piaciuto per un motivo: sotto la doccia mi sembrava di percepire alcohol sia a livello olfattivo sia sulla pelle. Ho mostrato l’INCI a ragazze più esperte di me sugli ingredienti e mi è stato detto che probabilmente il “problema”, se così vogliamo considerarlo, era la presenza del profumo nelle prime posizioni. Questo profumo alcolico rendeva il bagnoschiuma un po’ sgradevole, motivo per cui non penso di ricomprarlo ma terrò presente questo marchio per altre tipologie di prodotti.

Oltre questi due bagnoschiuma, sotto la doccia ho utilizzato il sapone scrub Albicocca e Pesca di Sapone di un Tempo. Costa circa 3 euro per 100 grammi e contiene Olio di Cocco, olio extravergine di Oliva Biologico, Pesca e Albicocca, polvere di Nocciolo e Mandorle. L’INCI completo:

Cocos Nucifera Oil, Aqua, Sodium Hydroxide, Prunus Amygdalus Dulcis Shell Powder, Corylus Avellana Shell Powder, Olea Europaea Oil*, Potassium Hydroxide, Parfum, Sodium Phytate, C.I. 75130. [*da agricoltura biologica].

Quando si parla di “sapone scrub” non so mai cosa scrivere! Mi è piaciuto o no? E alla fine, come era successo per quello Alkemilla, scelgo la via di mezzo: mi è piaciuto come sapone ma non mi è piaciuto come scrub. Produce una morbida schiuma, ha un profumo gradevole, non secca la pelle… ma l’effetto esfoliante come dovrei percepirlo? Perché se utilizzo la schiuma prodotta o una spugna, la polvere esfoliante scompare! Ma se massaggio il sapone direttamente sulla pelle diventa uno strumento di tortura! Alcuni granuli ero talmente grossi e duri da avermi graffiato la pelle… e per fortuna a casa ho una gatta indemoniata, per cui ho dato la colpa a lei per i graffi sulle braccia anche se erano stati causati da questo sapone. Di sicuro continuerò a comprare i prodotti Sapone di un Tempo perché è un brand che mi piace, ma mi terrò alla larga da questo sapone! Oltretutto tra le scorte possiedo due saponi scrub di Verdesativa, spero che almeno questi siano più delicati… vi terrò aggiornate!

Per quanto riguarda la cura della pelle, ho terminato 3 prodotti:

  1. Latte solare idratante SPF 20 all’Olio di Argan di Leocrema (75 ml). Non vi lascio l’INCI perché è tutt’altro che verde, quindi ragazze “pro-bio” evitatelo anche se c’è scritto che l’olio utilizzato è biologico! Avevo già utilizzato questo latte solare in passato, ha una profumazione intensa e femminile, protegge la pelle dalle scottature ed è davvero resistente all’acqua.
  2. Latte riparatore per pelli secche di Yves Rocher al Burro di Karitè (75 ml). Si tratta di una minitaglia ricevuta in omaggio in negozio, mi è piaciuto per la profumazione ma nonostante la presenza del Karitè in seconda posizione, non ho notato alcun miracolo sulla mia pelle secca! Consiglio alle ragazze “pro-bio” di starci alla larga!
  3. Crema anticellulite Bema Bio. Vi ho già parlato QUA di questo prodotto ed è difficile capire se ha funzionato perché l’ho utilizzato in combo con altri prodotti specifici. I risultati ci sono stati in quanto la mia cellulite è realmente diminuita, ma se volete sapere di più vi consiglio di leggere i miei due articoli sui trattamenti per combattere cellulite e fragilità capillare.

Ho poi terminato due prodotti per capelli, le minitaglie di shampoo e balsamo Ekos (INCI shampoo: Aqua (Water), Ammonium Lauryl Sulfate, Cocamidopropyl Betaine, Caprylyl/Capryl Glucoside, Sodium Lauroyl Sarcosinate, Olivamidopropyl Betaine*, Lauryl Glucoside, Sodium Chloride, Prunus Amygdalus Dulcis (Sweet Almond) Seed Extract**, Glycerin, Coco-Glucoside, Glyceryl Oleate, Dicaprylyl Ether, Lauryl Alcohol, Panthenol, Hydrolyzed Rice Protein, Parfum (Fragrance),Lactic Acid, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate — INCI balsamo: Aqua (Water), Cetearyl Alcohol, Behenamidopropyl Dimethylamine, Glycerin, Butyrospermum Parkii (Shea Butter) Butter*, Lactic Acid, Heliantus Annuus (Sunflower) Seed Oil*, Aloe Barbadensis Leaf Juice*, Dicaprylyl Ether, Lauryl Alcohol, Parfum (Fragrance), Panthenol, Hydrolyzed Rice Protein, Benzyl Alcohol, Dehydroacetic Acid, Linalool.* da Agricoltura Biologica).

Lo shampoo, indicato per capelli secchi, contiene estratto biologico di Mandorla Dolce ed è certificato ICEA. Il suo profumo mi ricorda i bagnoschiuma per bambini, un mix tra dolce e floreale assolutamente gradevole, e per quanto riguarda l’efficacia è un prodotto che lava bene i capelli lasciandoli puliti a lungo. Nonostante sia adatto per capelli secchi, dopo il lavaggio li sento “grassati” come se avessi utilizzato uno shampoo per capelli grassi ed ho bisogno di una bella dose di balsamo per districarli. Il balsamo Ekos con succo di Aloe biologica, anch’esso certificato ICEA, riusciva a sciogliere questi nodi e a rendere i capelli morbidi senza appesantirli. In conclusione direi che dei due ricomprerei solo il balsamo!

Ultimamente sono diventata un po’ pigra per fare le maschere sul viso, ma mi sono imposta di impegnarmi con il loro smaltimento ed ecco qua due monodose terminate: quella Alverde con Lime e Mela Bio e quella all’Argilla Rosa L’Erboristica di Athena’s. Entrambi dall’azione purificante e dagli ottimi ingredienti, le ho trovate molto simili per efficacia in quanto la loro consistenza cremosa consentiva di purificare in modo delicato, senza seccare o irritare la pelle. Promosse!

Infine ho terminato un campioncino di Aloe Vera Esi che ho utilizzato sulle punture di zanzara per placare il prurito e devo ammettere che è prodigioso (INCI: Aqua, Aloe Barbadensis Leaf, Acrylates/C10-30 Alkyl Acrylate Crosspolymer, Tocopheryl Acetate, Melaleuca Alternifolia Leaf Oil, Sodium Phytate, Sodium Hydroxide, Phenoxyethanol, Potassium Sorbate, Benzoic Acid, Linalool, Limonene). Ultimo prodotto terminato, il pacco da 72 salviette Fria Baby con Aloe Vera ed Estratto di Miele: adatte per il cambio del pannolino e per la pulizia delle manine, queste salviette hanno una profumazione dolce e sono ben imbevute di prodotto. Le ho utilizzate per me stessa e per mia nipotina sia per l’igiene intima sia per le mani e le ho trovate delicatissime. (INCI: Aqua, Caprylic/Capric Triglyceride, Lauryl Glucoside, Polyglyceryl -2 Dipolyhydroxystearate, Tocopheryl Acetate, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Mel Extract, Parfum, Glycerin, Sodium Levulinate, Potassium Sorbate, Sodium Benzoate, Caprylyl Glycol, Tetrasodium Glutamate Diacetate, Xanthan Gum, Citric Acid)

L’articolo si conclude qua e spero che lo smaltimento vada bene anche ad Agosto! Fatemi sapere nei commenti se avete provato qualcuno di questi prodotti!

Annunci

Un pensiero riguardo “Prodotti terminati (Luglio 2018).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...