La #20eurochallenge secondo michelasdiary e diariodiunabeautyaddict.

IMG_20170406_153401

In questo articolo leggerete la testimonianza di michelasdiary e diariodiunabeautyaddict, due partecipanti della #20eurochallenge!

Essendo entrata a far parte del progetto fin da subito e con tanta motivazione, michelasdiary (la trovate QUA su Instagram) ha ottenuto ottimi risultati! Ha accettato la sfida perché voleva raggiungere due obiettivi: evitare acquisti inutili ed essere costante nell’utilizzo dei prodotti. Ebbene, ce l’ha fatta! Il suo budget è praticamente rimasto intatto per mesi ed è riuscita a smaltire gran parte delle sue scorte cosmetiche. Ecco la sua testimonianza!

Io mi sono trovata molto bene e mi sono divertita con la #20eurochallenge e a distanza di un anno sono molto soddisfatta dei risultati ottenuti. Ho smaltito tantissimi prodotti e praticamente non ho comprato nulla di nuovo. Quindi, avendo raggiunto i miei obiettivi, continuerò anche per quest’anno!!!

Ed ora passiamo alla testimonianza di diariodiunabeautyaddict (la trovate QUI su Instagram)! Prima di conoscere la #20eurochallenge, aveva già iniziato un progetto di smaltimento ma i risultati tardavano ad arrivare… Dopo aver accettato la mia sfida, la situazione è totalmente cambiata! Vi consiglio di leggere attentamente le sue parole in quanto toccano un argomento importante ossia il perché si inizia ad accumulare prodotti cosmetici.

Salve a tutti! Capita molto più frequentemente di quanto si pensi, che nella vita di una “beauty addict” si creino degli accumuli di prodotti sia per la cura della persona, che di make-up. Io non sono stata esente da questo! Anzi!! Sono arrivata ad un certo punto che nel mio armadio del bagno (che è bello grande) si fossero accumulati centinaia e centinaia di prodotti tra campioncini, mini size e full size. Quando ho preso coscienza della mia situazione scorte, mi sono fatta una domanda: Come mai mi sono ritrovata così? Purtroppo la risposta non è delle più semplici, nel mio caso un po’ è la passione per il mondo del beauty e della cura del corpo, un po’ era la mia vecchia vita che non mi dava più troppe soddisfazioni, sfogavo le frustrazioni e mi consolavo quasi esclusivamente in profumeria.

Purtroppo la conclusione non è stata così immediata, c’è voluto del tempo per arrivare a capire il motivo di tutto questo accumulo, ma presa coscienza di ciò ho studiato un piano d’attacco che sta andando avanti da mesi. Per un po’ ho provato da sola e devo ammettere che è stata piuttosto dura, era semplice abbassare la guardia e ricominciare ad acquistare prodotti di cui mi credevo carente. Il mio sistema quindi, aveva una falla.  Successivamente mi sono imbattuta su Instagram nel gruppo della 20eurochallenge ideato da Rossana, e un po’ per mia volontà un po’ con l’appoggio delle ragazze è stato tutto più semplice.

Il primo passo che ho adottato per partire con questo faticoso progetto, è quello di suddividere le varie categorie, personalmente ho considerato “prodotti da usare” anche i campioncini, che molto frequentemente vengono tralasciati. In questa maniera ho diviso tutti i miei prodotti e con molta velocità potevo andare a pescare ciò che mi serviva. Ma oggettivamente, nonostante l’ordine non avevo la percezione della quantità di roba accumulata. Purtroppo non ho iniziato a stilare un inventario da subito, e quindi non ho la reale idea da che punto partissi, anche se sulla mia galleria Instagram ho le foto con i vari terminati mese per mese e la quantità di roba è veramente impressionante!

Ad Ottobre, quando sono entrata nella 20eurochallenge, mi sono confrontata con le ragazze che mi hanno quasi imposto di stilare un inventario di tutti i prodotti in scorta, cosa lunghissima ma assolutamente necessaria, infatti solamente scrivendo prodotto per prodotto, si ha modo di vedere le categorie di accumulo e capire dove ci possiamo permettere un acquisto oppure meglio evitare.

Il risultato dopo quasi un anno, è soddisfacente, per alcuni prodotti ho ancora molte scorte, mentre per altri la situazione è decisamente meno tragica, tanto da poter effettuare qualche acquisto, sto persino portando avanti in parallelo un progetto smaltimento make up!!! 

A mio parere la #20eurochallenge è geniale, la vedo come il sistema del “bastone e della carota”, perché si smaltiscono i prodotti che si ha, ma si ha comunque modo di togliersi qualche sfizio. In tutta sincerità dall’inizio anno sto evitando di fare acquisti “in più”, ho preferito rivalutare le mie scorte, e così facendo ho riscoperto e valorizzato i miei vecchi prodotti, godendomeli come forse non avevo mai fatto.

Il mio approccio allo shopping è notevolmente cambiato, come dicevo prima, acquistavo per frustrazione, adesso sto conducendo una vita più serena e gli acquisti in tutti i campi stanno riflettendo questa mia nuova fase,  più essenziale e gratificata da nuove esperienze.. è un po’ come applicare la 20eurochallenge a tutti i campi della vita, ma con consapevolezza e senza rinunce.

Oltre al lato di consumatrici compulsive, adoro il lato umano delle ragazze, ho avuto la possibilità e la fortuna di poter incontrare alcune di loro e spero di poter organizzare per incontrare anche qualcun’altra. 

Spero che queste testimonianze vi aiutino a porre un freno allo shopping cosmetico e dare il via allo smaltimento!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...